fbpx

Setup Menus in Admin Panel

Menzogne da record: 7 caratteristiche del bugiardo patologico

Il bugiardo patologico batte tutti in fatto di menzogne, non ha uguali!

Sicuramente ti sarà capitato di dire qualche innocente bugia, magari quelle bugie dette “a fin di bene”. Ci può stare. La questione è diversa quando le bugie diventano uno stile di vita e si passa a quel costrutto di artifizi fantasiosi tipici di un bugiardo patologico.

Conosci qualcuno che è associabile a un bugiardo patologico? Hai a che fare con persone bugiarde o con una, in particolare?

Se non sai rispondere a questa domanda o sei indeciso sulla risposta da dare, ti chiarisco le idee su quelle che sono le caratteristiche del bugiardo compulsivo.

Il bugiardo patologico è una persona che, per vivere, non può fare letteralmente a meno della menzogna, così come tu non puoi evitare di inspirare ed espirare l’aria.

Il leitmotiv dell’esistenza di un bugiardo patologico è far sì che nessuno lo conosca esattamente per quello che è in realtà, perciò dedica parecchio tempo a costruire una intricatissima rete di bugie per dare un’immagine artefatta di sé.

In verità, alla base di questo atteggiamento c’è una profonda insoddisfazione: il bugiardo non è assolutamente contento di sé stesso e della sua vita.

Le bugie sono solo una maschera che nascondono uno stato di insofferenza e irrequietudine dietro un comportamento apparentemente sicuro di sé.

Il bugiardo non accetterà mai di essere scoperto e, se ciò dovesse accadere, cambierà mille volte versione dei fatti. Agirà in modo imprevedibile pur di confermare a se stesso e agli altri che è esattamente il tipo di persona che ha sempre fatto credere di essere.

In sintesi, ecco 7 caratteristiche del bugiardo patologico:

  1. Nessun rimorso né senso di colpa

Se pensi che smascherando le bugie di un bugiardo cronico si cospargerà il capo di cenere chiedendo umilmente scusa, ti dovrai ricredere. Hai a che fare con una persona che non si preoccupa affatto del dispiacere arrecato agli altri con le sue continue frottole. Non sprecare le tue energie credendo che metterà in discussione il suo comportamento poco trasparente. Il bugiardo cronico non si pone alcuna domanda sugli effetti delle sue menzogne; anzi, nella maggior parte dei casi, pensa che tutto gli sia dovuto. In genere, è sempre pronto a chiedere senza pensare minimamente che anche gli altri possano avere bisogno delle stesse attenzioni che lui ricerca.

  1. Descrizione fantasiosa e surreale della realtà

Il bugiardo patologico ha una tendenza innata ad infiocchettare la realtà descrivendola per quella che non è e facendola apparire in una versione edulcorata che è frutto della sua più sfrenata fantasia. E così potrebbe capitare che fa un lavoro comune mentre ti ha raccontato di svolgere attività fantastiche e professionalmente appaganti. Oppure che è un manager affermatissimo mentre è un semplice impiegato o che è andato in vacanza su un’isola tropicale quando non è vero. E ancora, che è un’artista rampante pronto a sfondare con la sua ultima creazione quando non ha la più pallida idea di cosa sia la creatività. Descriversi come una persona di successo e sicura di sé è un altro modo per esprimere la sua non accettazione di una vita sostanzialmente mediocre.

  1. Racconta i fatti in modo avvincente

Il bugiardo patologico è un’Indiana Jones delle menzogne. Ogni aneddoto raccontato è una vera e propria avventura, dove lui è naturalmente il protagonista principale. Per rendere ancora più interessanti i suoi racconti la trama viene arricchita con dovizia di particolari eccitanti. Ingigantisce gli eventi e li trasforma in epopee avventurose dove lui, ovviamente, è l’eroe, lo 007 di turno, il figo della situazione, il capo carismatico, il guru amorevole. Le sue bizzarre avventure sono piene di dettagli insoliti pensati ad arte per attirare l’attenzione. Una bugia in più o una in meno per lui non fa differenza pur di risultare interessante ed essere al centro dell’attenzione. In alcuni casi, il bugiardo è un vero e proprio narcisista con un ego sconfinato.

  1. Cambia spesso versione dei fatti

Pur di fare presa sul proprio interlocutore, il bugiardo patologico non si fa scrupolo a cambiare versione dei fatti. Non appena si rende conto che la persona con cui si relaziona non è più coinvolta dai suoi discorsi, oppure non condivide la sua idea, è in grado di ‘virare’ abilmente anche sull’idea opposta, facendo passare per stupida la persona che sta parlando con lui. Spesso, infatti, succede che chi assiste a questo cambiamento inaspettato, si ritrovi completamente disorientato e, per non mettere l’altra persona in imbarazzo, stia zitto e non sottolinei la stranezza dell’accaduto. Facendo leva sull’accettazione passiva del suo interlocutore, il bugiardo ‘rinforza’ la propria convinzione di essere una persona superiore agli altri.

  1. Se la suona e se la canta da solo

Il cervello umano è in grado di riorganizzare tutte informazioni riadattandole secondo le impressioni ricevute. Questo processo spiega perché nella mente del bugiardo cronico il mondo immaginario che si è creato con le menzogne è percepito come reale. Per il bugiardo, frottole e realtà si confondono a tal punto da non essere in grado di distinguerli. Lui stesso, in fin dei conti, si beve le sue stesse menzogne.

  1. Non ammette di avere torto

Per il bugiardo è impensabile ammettere di avere sbagliato oppure di doversi giustificare. Ti faccio degli esempi concreti, se il bugiardo cronico arriva in ritardo ad un appuntamento è capacissimo di inventarsi scuse di ogni tipo. Non è raro che si inventi incidenti, ingorghi, disavventure o qualsiasi altra cosa ben più bizzarra per sfuggire al giudizio negativo che gli altri avrebbero su di lui se dicesse la verità. Per lui, l’importante è non ammettere mai di avere torto.

  1. Il corpo di dolore del bugiardo cronico

Di solito, alla base di questo fantasioso sistema di bugie c’è una sofferenza infantile. Nella maggior parte dei casi, c’è uno schema ricorrente appreso durante l’infanzia basato sulla convinzione che per essere amato e riconosciuto, deve essere diverso da com’è in realtà. Si tratta di un vero e proprio corpo di dolore emozionale che lo porta a descriversi migliore di quello che è ed a trasformare la realtà per essere accettato. Il nucleo della sua personalità, perciò, si basa su paure e carenze e non sulla forza come potrebbe sembrare a prima vista. In sostanza, la menzogna è un meccanismo di difesa

Come puoi difenderti dai bugiardi patologici?

Come nella maggior parte delle forme di vampirizzazione energetica, in genere, le vittime privilegiate del bugiardo patologico sono persone empatiche, aperte, pronte all’ascolto e di buon carattere.

Non è raro che queste persone, pur di accontentare gli altri, siano disposte a mettere in secondo piano i propri ideali al punto da non riuscire a rivendicarli quando necessario. Spesso, le vittime attribuiscono importanza minore alle proprie necessità che a quelle degli altri.

Questa tara mentale, ovvero la convinzione di essere meno importante degli altri, in genere, è frutto di esperienze di vita, della situazione familiare e del livello di autostima personale.

Questo mix di fattori rende complesso uscire dal ruolo di vittima. Leggi bene, ho detto complesso non impossibile. Quindi, se anche tu ti ritrovi in questo cliché, lavorandoci su e impegnandoti seriamente, puoi arrivare a comprendere che:

Uscirne dipende solo da te.

Se pensi che qualcuno busserà alla tua porta proponendoti un pacchetto all inclusive per liberarti dalla situazione in cui ti trovi, la vedo dura. Questo per dirti che l’unica persona su cui puoi contare veramente per modificare le cose sei solo tu. Ciò significa assumersi tutte le responsabilità del caso anche a costo di dare un bel taglio netto e mettere un bel the end a una relazione (di amore, amicizia o altro) che hai con la persona bugiarda.

Le tue priorità valgono quanto quelle degli altri.

Se hai sempre pensato di ‘doverti accontentare’ e che una vita serena fosse un semplice appannaggio, assimila l’idea che non è assolutamente così. Prima lo fai meglio sarà e prima inizierai a goderti la vita, a sentirti sereno e a scegliere persone sincere con cui condividere il tuo tempo. Costruire delle relazioni sane è un presupposto imprescindibile per una vita equilibrata ed appagante. Liberati dalle zavorre che ti sottraggono energia.

Smetti di vendere te stesso per il quieto vivere.

Se fai finta di niente per l’ennesima volta di fronte all’ultima palese menzogna, la tua autostima a poco a poco ne risentirà. Far finta di niente significa diventare complice di questo comportamento scorretto. Se in fondo non condividi questo atteggiamento ripetuto, ti fa stare male e sai di essere molto diverso da quella persona, dichiaralo apertamente senza risentimento. Recupera la tua dignità: non hai bisogno di un bugiardo patologico nella tua vita.

Infine, per accelerare il processo, prendi consapevolezza delle ‘parti belle’ di te, scrivile su un foglio. Il tuo cervello attribuisce maggiore valore e ricorda meglio quello che scrivi piuttosto che quello che dici verbalmente. Ogni volta che ti senti annientato, o in difficoltà, rileggi la tua lista.

Tu sei proprio quella bella persona che hai descritto. IO sono sicura che sei una bella persona. Riconoscilo anche tu e non consentire a niente e a nessuno di mettere in discussione le tue qualità. Sono solo bugie.

19/11/2020

0 responses on "Menzogne da record: 7 caratteristiche del bugiardo patologico"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top
Vampiri Energetici - © Copyright 2020. All Rights Reserved. Termini e Condizioni Privacy Policy Cookie Policy
X